LA MESSA ALLA PROVA PER ADULTI

Meglio definire il nuovo istituto come sospensione del processo con messa alla prova, beneficio mutuato dalla giustizia minorile, ma modificato traendo spunto dall’affidamento in prova al servizio sociale e dalla probation anglosassone.

Per informazioni specifiche sul beneficio rimandiamo al sito del Ministero di Giustizia: http://www.giustizia.it/giustizia/it/mg_3_8_18.wp?tab=d

In un’ottica riparativa della funzione penale dello Stato, oggi si può sospendere il giudizio, dando disponibilità a fare un percorso di trattamento che preveda anche un’azione risarcitoria ove possibile. Per accedere alla messa alla prova, occorre proporre al Giudice un programma che preveda  un ente ospitante presso il quale svolgere la misura restitutiva. Questo programma deve essere condiviso con l’Ufficio di Esecuzione Penale Esterna (UEPE), ove si stabiliranno anche le prescrizioni del caso.

Cosa fa il Pid?

Come Pid, entriamo in gioco sul lavoro di pubblica utilità connesso alla messa alla prova. Ci attiviamo per informare sulle pratiche e le procedure di questo nuovo istituto i cittadini e gli avvocati, inoltre segnaliamo enti (associazione, cooperative, ong del Terzo settore) che possano ospitare per l’esecuzione penale, oltre ad essere noi stessi struttura che accoglie in alcuni casi.

Per cos’è il lavoro di pubblica utilità, si rimanda alla nostra pagina: http://www.pid.coop/index.php/lavoro-di-pubblica-utilita-per-la-legge-italiana

Come fare richiesta di lavoro di pubblica utilità connesso alla messa alla prova con il Pid:

  • Dopo aver incontrato l’assistente sociale dell’UEPE, si deve chiamare per prendere appuntamento con un operatore del Pid;
  • Si fissa un appuntamento presso il nostro Servizio, dove bisogna portare, oltre i dati anagrafici, tutta la documentazione riguardante il procedimento e il contatto avuto con l’UEPE;
  • In sede di colloquio o successivamente, il Pid invia presso associazioni o cooperative del Terzo settore oppure si riserva di dare disponibilità a far svolgere un lavoro di pubblica utilità presso di noi, valutando caso per caso insieme all’Assistente Sociale dell’UEPE;
  • Una volta accettato il programma per la sospensione del processo con messa alla prova da parte del Magistrato, si può dare avvio all’attività, dopo aver siglato il programma di trattamento con l’UEPE.

Per prendere appuntamento, chiama il numero: 06/67105352

Cosa si fa durante la messa alla prova?

A settembre 2015, 10 percorsi di messa alla prova sono stati conclusi positivamente, ed altri ne abbiamo in esecuzione. Le attività che si svolgono sono inerenti i nostri specifici servizi. E per ampliare la gamma di attività proposte, abbiamo avviato due protocolli con due Municipi di Roma per le pulizie e il decoro delle strade e delle piazze e per la manutenzione dell’arredo urbano. 

Importante ricordare:  per tutto quello che riguarda la misura a livello formale, ad es. modifica al trattamento, cambio delle disposizioni o delle prescrizioni, assenze o recuperi, la competenza non è della struttura ospitante, bensì dell’Assistente Sociale dell’UEPE di riferimento.

Per offrirti una migliore esperienza di navigazione online questo sito web usa dei cookie, propri e di terze parti. Continuando a navigare sul sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Scopri di più sull’uso dei cookie e sulla possibilità di modificarne le impostazioni o negare