La comunità alloggio Don Giuseppe Puglisi è gestita da PID Onlus in convenzione con Roma Capitale – Dipartimento Politiche Sociali, Ufficio di coordinamento interventi in favore di detenuti ed ex detenuti. E’ un servizio residenziale nato nel 2010 realizzato all'interno di un appartamento confiscato alla mafia finalizzato al reinserimento sociale di persone che, a seguito di una esperienza detentiva, necessitino di accoglienza, sostegno, accompagnamento e orientamento.

Obiettivo ultimo quello di aiutare le persone a ricostruire le proprie capacità di scelta e progettazione, a riacquistare la percezione del proprio valore, delle proprie potenzialità e opportunità attraverso la mediazione di operatori sociali esperti del settore.

La casa può ospitare 6 persone in regime residenziale o diurno e dal 2016 è dedicata a persone in uscita dagli istituti penitenziari over 60.

 

SERVIZI

La comunità alloggio garantisce i seguenti servizi di base:

  • Alloggio e vitto;
  • Interventi di sostegno e sviluppo delle capacità di autonomia e autogestione;
  • Accompagnamento ai servizi territoriali (sociali, sanitari e del lavoro);
  •  Attività ricreative;
  • Mediazione culturale;
  • Orientamento e informazione legale;
  • Sostegno psicologico.

ORGANIZZAZIONE

In ogni struttura gli spazi si articolano come spazi di quotidianità con una zona giorno, una zona notte, servizi igienici, cucina e terrazzi e sono organizzati in modo da favorire lo svolgimento delle attività quotidiane e i momenti di incontro e socializzazione.

L’organizzazione delle strutture prevede l’attiva partecipazione degli ospiti alla gestione del servizio ed alla realizzazione degli interventi attraverso la partecipazione attiva alle dinamiche di gruppo e alla vita comunitaria quotidiana.

Sono presenti operatori sociali, educatori professionali ed un responsabile che favoriscono la le azioni di inserimento sociale e la partecipazione degli ospiti alla vita comunitaria ed alla realtà sociale, culturale, relazionale e lavorativa del territorio di riferimento.

 

MODALITA’ DI ACCESSO

La permanenza nelle strutture è condizionata all’adesione e alla partecipazione ad un progetto individuale, al rispetto degli obblighi e delle regole del centro e/o delle prescrizioni date dal Magistrato del Tribunale di Sorveglianza.

In caso di non rispetto delle determinazioni suindicate l’équipe può proporre l’allontanamento dai centri della persona e l’interruzione del progetto.

Sono escluse persone che presentano al momento della richiesta di ammissione problemi correlati alla dipendenza da alcool o altre sostanze stupefacenti, disturbo psichiatrico o gravi condizioni di salute.

La durata complessiva dei progetti va modulata caso per caso in relazione al tipo di misura alternativa alla detenzione. Per persone neo dimesse la permanenza è per un massimo di 6 mesi.

L’accoglienza prevede due regimi di funzionamento: residenziale e diurna

L’accoglienza residenziale è riservata ad un massimo di 6 persone di età over 60 che si trovino nelle seguenti condizioni:

  • Persone sottoposte a misure restrittive della libertà ammesse alle misure alternative dell’esecuzione ai sensi all’art. 47 (affidamento in prova al servizio sociale), 47ter (detenzione domiciliare) a norma del vigente Ordinamento Penitenziario;
  • Persone sottoposte a misure restrittive della libertà ammesse alla detenzione domiciliare in base al D.L. 22 dicembre 2011, n. 211, successivamente convertito nella L. 17 febbraio 2012, n. 9; – in sospensione condizionata della pena ai sensi della L.207/2003;
  • Persone sottoposte a misure restrittive della libertà in permesso premio o licenza premio, o in reperibilità per gli ammessi al regime di semilibertà ai sensi degli artt. 30ter e 52 del vigente O.P.;
  • Persone in via di dimissione o neo dimesse dal carcere entro i 6 mesi dalla scarcerazione;
  • Persone sottoposte a prescrizioni di legge/misure di sicurezza, sorveglianza speciale, obblighi di dimora, obbligo di firma, ecc.

Per offrirti una migliore esperienza di navigazione online questo sito web usa dei cookie, propri e di terze parti. Continuando a navigare sul sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Scopri di più sull’uso dei cookie e sulla possibilità di modificarne le impostazioni o negare