Il servizio P.I.D. nasce nel 1998 nell’ambito del progetto europeo Horizon Svantaggio “Andrea”, avviato nel 1996, a cura dell’associazione Ora d’Aria. Rispondendo alle linee guide dell’Europa il progetto ha posto in essere azioni di mainstreaming aprendo un tavolo di lavoro con gli Enti Locali.

In tal senso furono coinvolti l’Assessorato alla Formazione e l’Assessorato al Lavoro della Regione Lazio, Assessorato alle Politiche Sociali della Provincia di Roma e Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Roma. I tre enti locali erano partners di progetto.

Successivamente furono previsti diversi progetti che andavano ad integrarsi a quello europeo sostenuti dagli enti locali. Da ricordare l’assegnazione ad otto beneficiari del progetto di lavori socialmente utili finanziati dalla Regione Lazio e il progetto cantieri scuola-lavoro autorizzato dalla Regione Lazio e finanziato da Provincia e Comune di Roma. Il servizio ha iniziato il suo impegno con il mondo del carcere attraverso la convergenza delle persone che venivano formate e sostenute economicamente attraverso gli LPU regionali e dai cantiere scuola –lavoro.

Le azioni progettuali svolte negli anni 1998/2000 erano finalizzatati a rafforzare la struttura denominata “servizio PID”. Scopo dell’allora nascente struttura (coop. PID) era, e continua ad essere: divenire un punto di riferimento per le persone detenute ed ex-detenute in particolare per quel che riguardava la formazione, l’orientamento alla rete dei servizi, finalizzato al reinserimento sociale delle persone incorse in reato.

La nascita della cooperativa ha coinciso con la chiusura del progetto europeo e l’apertura di un servizio dedicato alle persone detenute ed ex detenute. (si allegano due opuscoli prodotti nel 1998).

Il coronamento dell’impegno dell’attività formativa e lavorativa si è avuto alle soglie del 2000 con l’apertura della convenzione per il servizio PID da parte del Comune di Roma.

Nei due percorsi (LPU e cantiere scuola-lavoro) autorizzati dalla Regione (comprensivi perciò di coperture finanziarie) si poteva prefigurare anche l’assunzione delle persone - da parte degli enti pubblici - che avevano intrapreso il percorso d’ingresso nel mondo del lavoro; allora si scelse di sostenere invece il percorso di convenzione attraverso la coop. PID di cui i partecipanti erano soci.

Per riuscire a delineare meglio la compartecipazione degli enti locali, occorre ricordare che la Regione Lazio, mise a disposizione del servizio PID anche la sede di Via della Mercede, e diede seguito all’impegno di favorire le attività formative all’interno degli Istituti Pena romani, attraverso l’apertura di una linea di finanziamenti con i fondi FSE, sui temi dell’inclusione sociale.

Di fatto il Servizio PID è stato un proto servizio dedicato al mondo della detenzione ed ex (e resta ancora unico in Italia nel suo genere), negli anni successivi infatti l’Assessorato al Lavoro del Comune di Roma diede avvio al servizio, Centro Orientamento al Lavoro (COL) carceri, con sede attualmente in via dei Lincei ancora in vigore, quindi il Comune di Roma nominò il primo garante Comunale dei Diritti dei Detenuti nella persona dell’On. Luigi Manconi, ed ancora successivamente fu istituito dalla Regione Lazio il garante dei detenuti della Regione Lazio. Fin dalla sua nascita la Cooperativa è stato un attore in tutti i tavoli concertativi sul mondo del carcere, come ad esempio la Consulta Penitenziaria di Roma, i Piani Regolatori Sociali e della Salute.

Per offrirti una migliore esperienza di navigazione online questo sito web usa dei cookie, propri e di terze parti. Continuando a navigare sul sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Scopri di più sull’uso dei cookie e sulla possibilità di modificarne le impostazioni o negare